OKLOGO2

PRIVACY - COOKIES

Copyright omnia web reputation - Elvis Crespi - P.I 09587430969 - via g. giulini, 7 - monza (MB) - 20900

PRIVACY - COOKIES

OKLOGO2
03/10/2019, 01:13

Business



L’importanza-di-un-business-plan-per-un-nuovo-progetto-imprenditoriale


 Chiunque mi presenti il proprio piano imprenditoriale è sempre molto ottimista e pieno d’entusiasmo...



Chiunque presenti il proprio piano imprenditoriale è sempre moltoottimista e pieno d’entusiasmo, ma la sua determinazione inizia avacillare quando gli viene posta la seguente domanda: "Quale percentualedel tuo patrimonio personale sei disposto a rischiare in questoprogetto imprenditoriale?". Il rischio d’impresa esiste ed èconcreto e in questi tempi di recessione economica lo spettro deifallimenti è sotto i nostri occhi ogni giorno. 


Molte persone si sonorovinate finanziariamente perché hanno investito in progettiimprenditoriali non validi: la loro colpa più grave è stata quelladi non aver redatto un business plan, ovvero un piano di fattibilitàatto a studiare e analizzare le seguenti variabili:

1.L’ente proponente comprensivo dei dati dell’impresa o futura impresa,i dati anagrafici del titolare e una sintesi del progettocomprendente il mercato di riferimento, gli investimenti previsti, lalocalizzazione;

2.L’ideadi impresa con la spiegazione di tutti gli aspettiriguardanti la competitività, l’originalità e il target dei clientidel futuro progetto; 

3.La società o l’imprenditore conl’elenco dei soci o degli imprenditori, le loro esperienze lavorativee le loro competenze; 

4.Il contesto socio-economico conlo studio del mercato, dei competitor (il loro fatturato e i loropunti di forza e di debolezza), gli eventi negativi o positivi chepotrebbero influenzare gli affari e il potenziale target di clienteladell’attività (fascia d’età, istruzione, sesso, ecc); 

5.La promozione e il marketing conl’organizzazione della pubblicità, i mezzi con la quale vieneveicolata (web, televisione, stampa) e la cura dell’immagineaziendale;

6.Il processo produttivo con un piano dettagliato che descrive iprocessi che accompagnano i prodotti venduti, dall’ingressonell’impresa fino al cliente; 

7.L’organigramma della società edelle risorse umane con l’elenco di tutte le figureprofessionali che fanno parte dell’azienda e il costo di eventualidipendenti;

8.I costi dell’impresa con unelenco dei costi di funzionamento dell’impresa (servizi,amministrazione, utenze, canoni di locazione,assicurazioni, spese dimanodopera, ecc) e quindi un calcolo del break even point, ovvero ilpunto di pareggio tra spese e guadagni, entrate e uscite. 

9.Gli investimenti e i finanziamenti con un elenco dellatipologia, degli importi, dell’anno di realizzazione e delle fontieconomiche di copertura. 

Hosviluppato un personale rating (suddiviso in lettere) che classificai progetti imprenditoriali in base alla loro capacità concreta digenerare profitti: 

RatingA: l’idea imprenditoriale ha ottime probabilità diconcretizzarsi in un’impresa che generi profitti; 

RatingB: l’idea imprenditoriale ha buone probabilità di concretizzarsiin un’impresa che generi profitti, ma cause di forza maggiorepotrebbero rendere instabile il suo andamento economico; 

RatingC: l’idea imprenditoriale ha sufficienti probabilità diconcretizzarsi in un’impresa che generi profitti, ma il contestosocio-economico e i competitor potrebbero rappresentare ostacoli datenere in forte considerazione; 

RatingD: l’idea imprenditoriale ha scarse probabilità diconcretizzarsi in un’impresa che generi profitti. Consiglio dirivalutare diversi aspetti del piano di fattibilità; 

RatingE: l’idea imprenditoriale non ha probabilità di concretizzarsiin un’impresa che generi profitti, tranne nel caso in cui siverifichino fortunate condizioni di mercato. Il progetto deve essereinteramente rivisto. 

Valutoun’idea d’impresa secondo quelli che io chiamo "I quattro pilastri"di un business di successo:

1)L’impresa vende un prodotto o un servizio che soddisfa un bisogno inun mercato che gode di potere d’acquisto.

2) L’impresa vende unprodotto o un servizio che semplifica la vita delle persone.

3) Éstato redatto un business plan curato nei minimi dettagli (perverificare la fattibilità del progetto).

4) L’impresa sviluppanei minimi dettagli il brand e lo differenzia da quello dellaconcorrenza.Seil vostro progetto imprenditoriale soddisfa tutti e quattro irequisiti dei pilastri del successo, avete ottime probabilità diconcretizzarlo in un’impresa.




1

PRIVACY - COOKIES

PRIVACY - COOKIES

Copyright omnia web reputation - Elvis Crespi - P.I 09587430969 - via g. giulini, 7 - monza (MB) - 20900

Web agency - Creazione siti web CataniaCreare un sito per fotografi